La” rivoluzione digitale” è tale perché la tecnologia è divenuta un ambiente da abitare, una estensione della mente umana, un mondo che si intreccia con il mondo reale e che determina vere e proprie ristrutturazioni cognitive, emotive e sociali dell’esperienza, capace di rideterminare la costruzione dell’identità e delle relazioni.

Sempre più, accanto agli iniziali entusiasmi giustificati dalle enormi potenzialità di questi media, sono diventati evidenti i rischi psicopatologici connessi all’uso e soprattutto all’abuso delle varie forme di fruizione delle tecnologie e l’esistenza di una forma di dipendenza indotta da esse.

Ispirati dal film “Sogni” di Akira Kurosawa e accettando la sfida dell’era digitale, tre anni fa abbiamo iniziato a coltivare un sogno che ora è diventato realtà.

Siamo così riusciti a creare un tool a mediazione artistica e tecnologica e strumento di ricerca scientifica, che libera la creatività di bambini e adulti consentendo loro di poter entrare dentro i propri disegni e poterli animare, guidati dall’intento di interagire con le nuove tecnologie e convertirle da mezzi di isolamento sociale a strumenti per entrare in relazione e veicolo di occasione riabilitativa.

Il nostro Team di 16 operatori, che si avvale di uno staff di oltre 20 esperti in varie discipline, è ora lieto di invitarti alla inaugurazione del Centro Atlas.

La struttura si trova a Casaglia, a pochi chilometri da Perugia, un complesso di 280 metri quadri di ambienti ristrutturati ed attrezzati immerso nel verde, in cui utilizziamo le artiterapie tradizionali insieme a innovativi approcci di comunicazione non verbale. L’evento prevede un convegno al mattino nella Sala dei Notari, in Piazza IV Novembre, nel cuore del centro storico di Perugia e un open day al pomeriggio presso il Centro Atlas a Casaglia, Strada Villa Gemini, 4 – Perugia.

Il convegno si propone come un’occasione per riflettere sulle sfide dell’era digitale, anche in riferimento ai giovani e alle varie forme di disagio mentale come la sindrome autistica.

Interverranno le Istituzioni Cittadine, quelle Sanitarie, rappresentanti dell’Università di Perugia, Associazioni di genitori e familiari e, per la prospettiva artistica-cinematografica Roberto Perpignani, vincitore di due David di Donatello, docente di montaggio all’Istituto Sperimentale di Cinematografia, grande protagonista del rinnovamento del cinema italiano al fianco di registi come Bertolucci, Bellocchio, Faenza, e Paolo e Vittorio Taviani.

Ti aspettiamo

Simone Donnari

Responsabile Centro Atlas